12 consigli per aumentare il tasso di acquisto ripetuto

Nelle scorse settimane abbiamo approfondito il concetto di tasso di acquisto ripetuto e quello medio per settore merceologico. Oggi individuiamo alcune strategie utili allo scopo d’aumentare il tasso di acquisto ripetuto. Cominciamo citando Shopify, secondo i cui dati, una volta che un cliente ritorna per la seconda volta, la sua probabilità di acquistare di nuovo sale al 45%. La quarta volta che un cliente ritorna, le probabilità che acquisti di nuovo salgono al 56%! Ma come facciamo a far tornare il cliente due, tre, quattro e più volte?

  1. Impara a conoscere la tua Dashboard
    È fondamentale non solo aver accesso alla classica piattaforma del tuo sito, e-commerce o portale ma anche avere una Dashboard che unisca i dati da più fonti in un unico pannello.
  2. Tracciamento e metriche di riferimento
    Per aumentare il tuo tasso di acquisto ripetuto devi prima comprendere dove si trova la tua attività. Poter tracciare ogni cosa e mettersi come obiettivo il raggiungimento di determinate metriche è il tuo punto di partenza.
  3. Crea una lista email segmentizzata
    L’invio di e-mail regolari e mirate a clienti e fan della tua attività è una strategia di e-commerce comprovata nel tempo per incentivare gli acquisti ripetuti. A differenza degli annunci di remarketing, di AdWords o dei Social, il costo per raggiungere la tua mailing list è molto più basso. Consiglio: segmentizza i tuoi contatti allo scopo di mandare email estremamente mirate.
  4. Lavora con la mail automation e email ricorsive
    Ne abbiamo già parlato approfonditamente in questo articolo, ma vogliamo ricordare anche qui come siano uno strumento fondamentale. Le automazioni lavorano da sole una volta impostate, sono estremamente mirate perchè basate su un trigger ed hanno un elevato ROI. Le email ricorsive sono un metodo molto efficace per creare fiducia con il tuo cliente e dargli incentivi di cui al punto 8.
  5. Usa la personalizzazione
    Il 33% dei clienti ti abbandonerà se non sviluppi la personalizzazione. Più interagisci con la tua base di clienti abituali, più dati hai sulle loro preferenze, più compreranno. Usa questi dati per personalizzare sito, email, messaggi e promozioni.
  6. Semplifica il processo d’acquisto
    La gente acquista così tanto da Amazon anche perchè è semplice e veloce. Non ti chiediamo ovviamente di raggiungere l’usabilità dell’e-commerce leader nel settore ma di cercare di avvicinarti il più possibile.
  7. Rispondi a domande, commenti e recensioni
    L’80% delle aziende ritiene di offrire un servizio clienti di qualità superiore, ma solo l’8% dei clienti ritiene di ricevere un “servizio clienti di qualità superiore”. Un cliente felice è un cliente fedele. Avere un ottimo supporto ed essere reattivi ai clienti dovrebbe essere un dato di fatto.
  8. Offri incentivi all’acquisto
    Offrire coupon e sconti è un modo ben consolidato per ottenere acquisti ripetuti. Attenzione al rischio che i clienti inizino ad aspettare sconti se i coupon vengono utilizzati in modo eccessivo.
  9. Crea un programma di Loyalty per i tuoi clienti
    Uno studio di Invesp mostra che il 58% dei consumatori acquista tramite programmi di Loyalty almeno una volta al mese. Pensate che appena un aumento del 5% della fidelizzazione dei clienti significherebbe un aumento del 25%-100% dell’utile medio per cliente.
  10. Mostra le tue recensioni
    Le pagine dei prodotti con le recensioni dei clienti portano 3,5 volte più conversioni rispetto a quelle senza, mentre il 79% afferma di fidarsi delle recensioni online tanto quanto dei consigli personali. Le recensioni dei clienti sono un passo importante nella decisione di acquisto di un potenziale cliente. Vedi anche il nostro articolo.
  11. Migliora il tuo Packaging
    Molti marketer sono così concentrati sui loro sforzi online che dimenticano che la maggior parte dell’esperienza di una persona con il marchio passa attraverso il prodotto e la sua consegna. Considera la scatola, il modo in cui impacchetti gli articoli, i cataloghi aggiuntivi, i coupon o le informazioni sulla storia del marchio che inserisci nel packaging.
  12. Calcola e monitora il tuo Churn Rate
    Questo tasso viene spesso poco considerato dagli addetti ai lavori ma è molto utile per capire quali utenti hanno effettuato una serie di acquisti ed azioni e quando questa sequenza di azioni arriverà a termine, ponendo fine alla life time dell’utente sul tuo sito.

Sappiamo bene che ognuno di questi argomenti meriterebbe una trattazione ben più specifica e precisa. Speriamo comunque di avervi dato dei buoni spunti per aumentare il vostro tasso di acquisto ripetuto. Rimaniamo a disposizione se vi servisse una consulenza e confidiamo nei prossimi mesi di scrivere di più su ogni argomento.

Condividi su:

Le ultime ricerche

Vedi tutte le nostre ricerche

Prova i nostri preventivatori

Calcola subito il tuo preventivo e avvia la trasformazione digitale!
sito vetrina

Sviluppo Sito Vetrina

A partire da € 1.250

ecommerce b2c

Sviluppo Ecommerce

A partire da € 3.200

web marketing

Web Marketing

A partire da € 500/mese